Vietare le trasferte.

Ieri l’ennesima vittima di una domenica di ordinaria follia. Un tifoso del Parma è stato investito da un pullman di tifosi della Juventus in un Autogrill ed è morto in conseguenza dei traumi subiti nell’incidente. Non capisco proprio perché non si decidano a vietare, una volta per tutte, le trasferte. Come nel caso di Gabriele Sandri, il tifoso della Lazio … Continua a leggere

Boicottare le Olimpiadi di Pechino!

Cito testualmente “la Repubblica” di oggi: Sulla pacifica protesta dei monaci tibetani è scattata feroce la repressione cinese: dagli ospedali di Lhasa giungono notizie di numerosi morti e feriti. La capitale è in stato d’assedio e sotto coprifuoco, tutti i principali monasteri buddisti della regione sono circondati da reparti della polizia antisommossa. La situazione in Tibet è gravissima, non possiamo … Continua a leggere

Lotta all’evasione fiscale.

In periodo di campagna elettorale si parla molto di evasione fiscale, a quanto pare infatti il sommerso è davvero enorme e gli innegabili progressi degli ultimi anni hanno svelato solo la punta dell’iceberg. Alla prova dei fatti, anche se si è vinta qualche battaglia, in questa lotta all’evasione stiamo ancora perdendo la guerra. Per rimanere in metafora, servirebbero armi migliori e truppe più motivate. … Continua a leggere

Il gazebo dei Cavalieri di Malta.

Roma è una città magnifica, ricca di scorci che tolgono il fiato. Uno di questi lo si poteva scoprire sbirciando nel buco della serratura del cancello della villa del Priorato dei Cavalieri di Malta: una splendida cornice di verzura con al centro la cupola di San Pietro: magnifico! Evidentemete il viavai di turisti infastidiva i suddetti cavalieri, che hanno pensato bene di piazzare … Continua a leggere

Per carità!

Mi considero una persona generosa, nel senso che in genere aiuto chi ritengo ne abbia davvero bisogno. Con un’importante eccezione però: non do mai niente ai bambini. È una scelta ragionata,  sono arrivato a questa conclusione in Egitto, precisamente nella penisola del Sinai. Ben inteso, non ero nel bel mezzo di un pellegrinaggio mistico ma nel pieno di una vacanza a Sharm El … Continua a leggere

Una laurea ed un bicchiere d’acqua.

Certi laureati di oggi mi ricordano un po’ la nobiltà decaduta di un tempo, quella che, invidiando la “sostanza” della borghesia emergente, ostentava con alterigia tutta la propria “apparenza”. Vedo questi laureati, precari o comunque mediocremente pagati (se non proprio disoccupati), che ostentano la loro apparenza e invidiano la sostanza di chi, senza quel pezzo di carta, ha saputo costruire qualcosa di ben … Continua a leggere

Per una scuola migliore.

Nel rapporto OCSE-PISA 2006 l’Italia si classifica 36a su 57, desolante. In effetti quello dell’insegnante è il lavoro più facile del mondo, se ci si accontenta di farlo male. Diventa però uno dei più difficili se si ha la voglia di farlo bene. Per questo è importante che gli insegnanti siano ben motivati, altrimenti è inevitabile che la qualità dell’insegnamento … Continua a leggere

La formica e la cicala.

Il governo Prodi è caduto, tiriamo le somme: le tasse sono aumentate in modo percettibile, la qualità dei servizi no… governo bocciato? No, non così in fretta, analizziamo prima la situazione un po’ più in dettaglio. Prima di perdere (di un soffio) le scorse elezioni, il governo Berlusconi ha rimesso mano alla legge elettorale, facendo in modo che chiunque avesse … Continua a leggere

Pane amore e sanità.

Io il genio di Oliviero Toscani non arrivo proprio a capirlo, evidentemente però questo è solo un altro dei miei limiti. Se poi parliamo della campagna pubblicitaria per il trentennale del Servizio Sanitario Nazionale, non arrivo a capire neanche il genio del committente… Era proprio il caso di spendere soldi per l’anniversario del SSN? Non sarebbe stato più opportuno investire … Continua a leggere

Lavoro precario.

L’idea alla base della legge Biagi è che, per aumentare la competitività del sistema Paese, sia necessario offrire più flessibilità alle aziende. Non è sbagliato. Tutte le imprese attraversano periodi buoni e periodi meno buoni, permettere loro di adattare il numero dei dipendenti alle necessità del mercato crea lavoro, con benefici per tutti. In teoria. In pratica, come sappiamo, le … Continua a leggere